Vai ai contenuti

Vita Da Zazu

Pensieri, idee strampalate, accrocchi e pazzie

Archivio

Categoria: Accrocchi

Debricchiamo il WAP54G.

Sintomi:

luce rossa “Power” accesa;

collegando il cavo di rete la luce gialla “Link” si accende;

luce verde “Act” sempre spenta;

l’apparato non risponde nemmeno al ping.

Occorrente:

  • linksys wap54g v3.1 brickato con chip: SST39VF160-70-4c-eke;
  • un pezzo di filo telefonico leggermente spellato ai capi… anche un paio di puntali (se li avessi) sarebbero atti allo scopo  ;-);
  • client tftp;
  • nuovo firmware (originale Linksys o meno).

++++ PROCEDURA ++++

1. smontare il coso:

“stappiamo” i piedi di gomma dalla parte blu per poter rimuovere due viti nascoste;

ora strappiamo via la parte blu e abbiamo aperto il nostro Linksys.

2. Staccare la piastra madre dal suo supporto di plastica (la flash su cui operare si trova sotto):

3. Colleghiamo un capo del filo alla parte esterna del connettore TNC (per chi non sapesse cosè il TNC sto parlando del connettore delle antenne wifi, si tratta di un sicuro punto di terra)

4. poggiamo con molta precisione l’altro capo del laccetto sul piedino 16 della flash, se sbagliamo o ne tocchiamo un altro, possiamo buttare via il nostro Access point  😥

5. col ponticello effettuato attacchiamo l’alimentazione e dopo circa 2-3 secondi stacchiamo il filo dal piedino

a questo punto il Linksys si deve essere messo in ascolto per un nuovo firmware sul suo ip di default (192.168.1.245)
oltre ciò, se il resettone è andato a buon fine, risponderà anche al ping.

quindi assegniamo ip fisso della stessa classe alla nostra ethernet:

# ifconfig eth0 192.168.1.69 netmask 255.255.255.0 up

effettuiamo un ping, se l’Access Point ci risponde allora siamo a cavallo e procediamo al flashing.

6. Upload del nuovo firmware col seguente comando (io ho operato da OpenSUSE installando il pacchetto “tftp” e uploadando direttamente dd-wrt-micro):

# tftp -m binary 192.168.1.245 -c put dd-wrt.v24_micro_generic.bin

attendiamo che finisca….

7. il coso ricomincia a funzionare.  😀
NB
Il tftp pacchettizzato in altre distribuzioni potrebbe avere sintassi e metodo di funzionamento differente da quello presente in OpenSUSE
quello di Windows sicuramente HA sintassi differente.

Come tutti gli informatici d’Italia, vengo spesso chiamato da amici e colleghi per qualunque genere di problema.

Esempio:

La mia autoradio non fa più uscire il CD, quando premo il tasto di espulsione si sentono brutti rumori e non viene fuori! Come faccio? Puoi darci un’occhiata?

Dato che si trattava di un’autoradio di serie, coi comandi al volante e fuori garanzia, abbiamo convenuto sul fatto di tentare una riparazione prima di buttarla;

mi sono ritrovato quindi tra le mani quest’autoradio da riparare…..

Come faccio a verificare il funzionamento? Dovrei accenderla….  non posso lavorare in macchina e non mi va di smontare la mia…

Dopo averla aperta, dopo aver tentato di muovere manualmente la meccanica e dopo qualche minuto di elucubrazioni mi è venuto il lampo di genio:

da bravo informatico ho sempre un alimentatore ATX per pc da poter usare all’occorrenza, gli ATX producono anche 12 vdc e le autoradio funzionano a 12 vdc!

è fatta! La collegherò all’alimentatore ATX e l’accenderò!

Dopo un po’ di studio sul connettore iso dell’autoradio e qualche prova col tester ho trovato la giusta combinazione delle cose.

IL CONNETTORE ISO DELL’AUTORADIO:

c’è poco da sapere sul connettore ISO per collegarlo all’alimentatore ATX:

  • NERO è la massa o negativo, va collegato ad un qualunque cavo nero dell’alimentatore ATX
  • ROSSO è il cavo di accensione/spegnimento autoradio sotto blocco chiave: 12 V, va collegato ad un cavo giallo dell’ATX
  • GIALLO va sempre collegato al POSITIVO 12 V, anche questo va collegato ad un cavo giallo dell’ATX

io ho effettuato un collegamento provvisorio senza tagliare i cavi dell’alimentatore come si può vedere nelle seguenti pessime foto:

inoltre, per far sì che l’alimentatore si accenda è necessario ponticellare il cavo verde con un qualunque cavo nero, io per effettuare tale operazione ho usato un laccetto spellato alle estremità; di quelli con l’anima di ferro che legano i cavi degli apparecchi elettronici, oppure quei laccetti per i sacchetti del congelatore…. insomma, un qualunque pezzo di filo conduttore va bene :) ovviamente per accendere e spegnere “l’accrocco” useremo l’interruttore dietro l’alimentatore.

Ed ecco quindi il risultato finale, la nostra autoradio correttamente alimentata e funzionante con un alimentatore ATX per pc:

WordPress SEO fine-tune by Meta SEO Pack from Poradnik Webmastera